Shopping Cart

3,800.00

Activities

Monte Rosa obiettivo Dufour

Livello: Sfide
Inizio: 1 Giugno
Fine: 15 Settembre
Partecipanti: Max 5

Obiettivi

Una settimana di immersione totale nelle alpi del Monte Rosa. Un programma che parte da un approccio graduale alle tecniche di arrampicata alpina, garantendo un graduale acclimatamento.

Se il tuo sogno è raggiungere Punta Dufour (4633 m), la seconda vetta più alta d’Europa, allora lo Stage Monte Rosa: Punta Dufour è esattamente quello che stavi cercando.

Tecniche di ramponi, arrampicata su roccia, traversate di cresta. Questo itinerario minuziosamente pianificato per garantirvi un’esperienza senza pari.

 

1 alpinista € 3800,00
2 alpinisti € 3000,00/persona
3 alpinisti € 2800,00/persona
4 alpinisti € 2600,00/persona
5 alpinisti € 2500,00/persona

Il prezzo include:
4 giorni in mezza pensione ad Alagna in Hotel o Residence di livello turistico, 4 giorni con guida alpina UIAGM, Guida personale per la salita alla Dufour, mezza pensione al Rifugio Gnifetti, mezza pensione al Rifugio Margherita, skipass, ramponi, imbragatura, kit da ferrata.

Giorno 1: Arrivo ad Alagna
Arrivo ad Alagna e sistemazione nel tuo alloggio. Cena e pernottamento.

2° giorno: Controllo Attrezzatura e Via Ferrata
Dopo la colazione, incontro con la guida per riepilogare il programma della settimana. Controllo delle attrezzature ed equipaggiamenti tecnici, vi aiuteremo a trovare o noleggiare tutto ciò che manca. Ore 11, salita con gli impianti del Monterosa Ski alla Bocchetta delle Pisse verso la via ferrata di Cimalegna. Imparerai abilità essenziali come fare nodi, muoverti in sicurezza e orientarti su terreni verticali. Rientro ad Alagna, cena e pernottamento.

Giorno 3: Prova in quota – Punta Giordani (4046 m)
Salita con gli impianti a Punta Indren per la prima prova in quota. Da qui inizia la salita di circa 3 ore verso la Punta Giordani (4046 m) con un dislivello di 750 m su ghiacciaio.. Rientro ad Alagna intorno alle 16:30 per favorire l’acclimatazione.

4° giorno: Ghiacciaio e Cresta Sudovest della Piramide Vincent
Direzione Rifugio Gnifetti, partendo sempre da Punta Indren, raggiungibile con la funivia. Imparerai le tecniche di camminata sui ghiacciai mediante l’utilizzo di ramponi e le manovre di sicurezza per terreni di alta montagna. Risalirai la cresta sudovest della Piramide Vincent, raggiungendo il secondo 4000 del programma. Cena e pernottamento in rifugio.

Giorno 5: Capanna Margherita – Rifugio più alto d’Europa
Partenza di prima mattina con un dislivello di 900 m alla volta della Capanna Margherita, il rifugio più alto d’Europa. Cena e pernottamento in rifugio.

Giorno 6: Arrivo in vetta – Punta Dufour (4633 m)
Partenza prima dell’alba per conquistare Punta Dufour a 4633 m. Applicherai le conoscenze acquisite nei giorni precedenti per questa salita, con particolare attenzione. Si scende passando dal Cristo delle Vette per raggiungere Punta Indren. Ritorno con gli impianti ad Alagna, cena e pernottamento.

Giorno 7: Partenza
Colazione. È ora del tuo viaggio di ritorno verso casa.

– 5 strati per la parte superiore del corpo (maglia termica e maglia di ricambio, pile, pile più pesante, piumino, guscio antivento)
– 2 paia di guanti (uno leggero e uno da sci)
– pantaloni da alpinismo antivento
– calzamaglia
– ghette
– scarponi IMPERMEABILI, con suola rigida e alti alla caviglia
– due paia di calze da sci
– cappello che copra le orecchie
– occhiali da sole con buona protezione solare (protezione 3 o 4)
– crema solare e protezione per le labbra
– piccozza
– ramponi con placca antizzoccolo
– imbragatura
– lampada frontale
– sacco lenzuolo
– borraccia/thermos da un lt
– bastoncini telescopici
– casco
– zaino 30/40 litri, compatto che non impacci nei movimenti.
– documento di identità / passaporto
– 2 moschettoni con ghiera
– 1 x anello di fettuccia 120 cm

Attenzione il sacco lenzuolo è obbligatorio in tutti i rifugi
ti suggeriamo un sacco lenzuolo leggero ma soprattutto riutilizzabile. Difendiamo le montagne dai rifiuti
Il nostro sacco lenzuolo preferito

Scalare una via su ghiaccio e terreno misto come quella che porta alla Punta Dufour è una sfida da non sottovalutare. Richiede competenze tecniche avanzate, dimestichezza con le tecniche di arrampicata su ghiaccio e terreno misto, oltre ad un allenamento costante e di alto livello. La sicurezza in montagna è fondamentale e una preparazione adeguata comprende la comprensione delle condizioni del terreno, l’utilizzo corretto dell’attrezzatura alpinistica e la valutazione accurata dei rischi. Prima di intraprendere un’impresa del genere è consigliabile acquisire progressivamente esperienza su percorsi meno impegnativi e frequentare corsi di formazione avanzata per sviluppare le competenze necessarie per affrontare terreni alpini complessi.
Il maltempo o le cattive condizioni potrebbero compromettere le condizioni di scurezza per la salita al Monte Rosa. In tal caso faremo ogni sforzo per fornire un’alternativa adeguatamente impegnativa su una vetta simile


FAQ #1 – Soffrirò di mal di montagna?
L’alta quota può causare il mal di montagna, con sintomi quali mal di testa, nausea, affaticamento e difficoltà di concentrazione. Questi sintomi possono variare da persona a persona. Alcune persone si adattano più facilmente di altre all’altitudine. Se possibile, un’acclimatazione graduale trascorrendo del tempo ad altitudini più elevate prima di raggiungere i 4000 metri può aiutare a ridurre i sintomi del mal di montagna. Anche una buona forma fisica può favorire l’adattamento all’altitudine.
FAQ #2 – Ci sono dei medicinali che possono aiutare in caso di mal di montagna?
Il mal di montagna è molto soggettivo e non esiste una soluzione universale che vada bene per tutti. È consigliabile portare solo i farmaci per mal di testa e nausea che conosci e hai già utilizzato in precedenza. Tuttavia, ti suggeriamo di consultare il tuo medico di base per un consiglio personalizzato.
FAQ #3 – Cosa succede se mi sento male durante la salita?
In caso di malessere nel rifugio, organizzeremo una discesa anticipata. In caso di malessere lungo il percorso, torneremo indietro. In caso di grave malessere, la guida accompagnatrice allerterà i servizi di soccorso e sarete evacuati in elicottero.
FAQ #4 -Posso unirmi a un gruppo se sono da solo?
No, non organizziamo escursioni di gruppo per questo tipo di salita. La cordata deve avere una buona preparazione e confidenza
FAQ #5 -Devo portare un sacco a pelo?
No, i rifugi Monterosa forniscono cuscini, piumini o coperte! Tuttavia, è obbligatorio l’uso di una fodera per il sacco a pelo, che si può acquistare a un costo contenuto nei negozi specializzati. Clicca qui per maggiori informazioni (link affiliato)
FAQ #6 -Posso noleggiare l’abbigliamento e l’attrezzatura da alta montagna?
È possibile noleggiare l’attrezzatura (scarponi, bastoncini, piccozza) ad Alagna, Gressoney e Champoluc. Non sarà invece possibile noleggiare abbigliamento.
FAQ #7 -Se non raggiungo la vetta, sarò rimborsato?
No, non è previsto alcun rimborso in quanto avrete già utilizzato il rifugio, la guida e gli impianti di risalita.
FAQ #8 -Qual è il livello di preparazione fisica richiesto per l’escursione?
Per completare con successo questa esperienza, è necessaria un’ottima resistenza fisica e un allenamento adeguato. Questa escursione richiede competenze tecniche avanzate, familiarità con le tecniche di arrampicata su ghiaccio e misto, oltre a un allenamento costante e di alto livello. La sicurezza in montagna è di primaria importanza, e una preparazione adeguata include la comprensione delle condizioni del terreno, l’uso corretto dell’attrezzatura alpinistica e una valutazione accurata dei rischi.

COMPILA IL FORM E PRENOTA ORA LA TUA AVVENTURA!

Monte Rosa obiettivo Dufour

3,800.00


Gallery